Il Turismo culturale per un deciso riscatto e per un’immagine “in positivo” di Aversa e dell’Agro Aversano

Sergio D'Ottone

Il tragico episodio accaduto ad Aversa in una tranquilla notte di aprile, che ha coinvolto giovani vite – spezzate per sempre o distrutte psicologicamente – non può lasciarci indifferenti. Soprattutto quando, ancora una volta, sia Aversa che l’intero territorio aversano sono finiti nell’ingranaggio mediatico, aggravando la propria immagine “ in negativo”, già abbastanza stereotipata.
Una delle finalità principali di Aversaturismo, associazione turistico-culturale fondata ad Aversa nella primavera del 2011, è quella di promuovere un’immagine corretta e soprattutto veridica di Aversa e di tutto l’Agro Aversano, facendo leva sulle proprie eccellenze, spesso dimenticate e/o sottovalutate, e che, invece, dovrebbero essere meglio valorizzate ed esaltate. Ci riferiamo, in particolare, al nostro  patrimonio culturale (artistico, storico, monumentale), alle nostre risorse intellettuali e scientifiche, alle nostre tradizioni, al nostro artigianato, ai nostri prodotti tipici ed enogastronomici.

Siamo convinti che, sviluppando un’opportuna strategia di turismo culturale, si possa favorire un maggiore inserimento di Aversa e di tutto il territorio aversano non solo nel contesto regionale, ma addirittura in quello nazionale e internazionale, sia a livello di immagine che di produttività economico-commerciale. E’ opportuno, però, stimolare nei nostri cittadini, soprattutto nei giovani, una maggiore conoscenza delle “ricchezze” del territorio e soprattutto una consapevolezza più profonda delle proprie potenzialità e delle opportunità culturali, economiche, commerciali e occupazionali, derivanti appunto dalla promozione dell’accoglienza e dell’ospitalità.

E’ nostra intenzione, pertanto, promuovere iniziative e progetti per un concreto riscatto culturale di Aversa e dell’intero agro aversano, attraverso una profonda azione sinergica in grado di coinvolgere il maggior numero di energie attive sul territorio. Ci rivolgiamo, dunque, con questo nostro documento, alle istituzioni  (civili, ecclesiastiche, militari), alle facoltà universitarie, alle scuole di ogni ordine e grado, a coloro che operano nel campo dell’imprenditoria, del commercio, dell’economia e della finanza, alle associazioni culturali, sociali, sportive ed ambientaliste.

Il prossimo Maggio, un mese ormai tradizionalmente dedicato alla cultura, al turismo e all’organizzazione di eventi, può segnare per Aversa e per l’intero  Agro  l’inizio di una svolta, attesa da tempo e da tutti, a cui  non  si  riesce  a dare  proprio  un volto preciso. Questa svolta  sarà realizzata solo quando le soggettività positive in campo, istituzionali e volontarie, guarderanno alla stessa linea d’orizzonte, senza protagonismi ,senza gelosie ,senza prevenzioni.

Si può fare.  Noi siamo già pronti, fin da subito, a incontrare tutti per ascoltare e per proporre.

                                                                                      AVERSATURISMO

                                                                            Associazione turistico-culturale

Rispondi

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.