Chiesa di Monserrato

Chiara Andreozzi

La chiesa, edificata per volontà dei padri Benedettini quando la città era sotto la dominazione spagnola, tra il 1689 e il 1692, è stata fondata su un’edicola votiva recante un affresco, presente sull’altare, raffigurante la Madonna di Monserrato, molto venerata dalla popolazione iberica, realizzato sulle mura di cinta della città di Aversa. All’interno, sulle pareti laterali dell’altare, erano conservati in apposite nicchie dei busti reliquari realizzati in carta pesta alla fine del 1600 contenenti le ossa di sei santi che furono trafugate da ignoti alcuni anni fa. La chiesa attualmente è stata restaurata e restituita al culto, e ci permette di ammirare nitidamente le decorazioni presenti all’interno: Sulla destra vediamo una tavola con una Madonna Lictans circondata da lesene arricchite da capitelli di ordine composito e  dettagli decorativi a motivi fitomorfi che completano le cornici di stucco. L’altare maggiore, in marmo intarsiato con rigore geometrico, accoglie, in una ricca cornice di marmo e stucchi sia bianchi che dorati, l’affresco raffigurante la Madonna di Monserrato mentre ai lati vediamo le teche lignee che conservavano le antiche reliquie.

Altare maggiore Altare laterale Altare maggiore - dettaglio altare laterale

Rispondi